Breve la storia della Ginnastica Ritmica

 

La Ginnastica Ritmica è una disciplina sportiva nata tra la fine del XIX e l´inizio del XX secolo come espressione del movimento, dalle idee di Noverre, Delsart e Bode. Le sue radici più antiche le possiamo ritrovare nell'Antica Grecia dove le donne si esibivano durante le feste con le danze ginniche utilizzando piccoli o grandi attrezzi. Oltre alla Grecia anche nella Sparta, dove si dava tanta importanza alla salute e perfezione,  le donne spartane fin da piccole praticavano attività ginniche che si univano all'arte della musica e all'armonia del movimento. Nelle antiche culture tutte queste attività femminili servivano non solo come un passa tempo o a scopo dell'animazione serale, ma soprattutto come un mezzo per far crescere le donne sane - questo garantiva la salute dei loro figli.

 

All'inizio degli anni 30' del XX secolo questa politica fu adottata anche nell'Unione Sovietica, dove lo sport fu reso obbligatorio per tutti, giovani, anziani e piccini. Questo ha garantito un enorme risparmio sulla spesa sanitaria e le generazioni future hanno potuto godere di una salute di ferro. Così la ginnastica ritmica diventò lo sport di maggiore popolarità tra il pubblico femminile nei paesi dell'Unione Sovietica. Questa popolarità ha spinto a formare una vera e propria disciplina sportiva e già nel 1942 si svolsero i primi campionati nazionali dell'URSS.
Il fascino di questo bellissimo sport molto in fretta affascinò tutto il mondo, nel 1961 la Federazione Internazionale di Ginnastica riconobbe questa disciplina prima come ginnastica moderna, poi come ginnastica ritmica sportiva ed in fine come la Ginnastica Ritmica (RG sigla ufficiale di Rhythmic Gymnastics). Passeranno ancora più di vent'anni prima che la ginnastica ritmica venga inserita nel programma Olimpico. Inizialmente la ginnastica ritmica venne inserita nelle Olimpiadi estive del 1984 a Los Angeles con la sola gara individuale, e solo nel 1996 ad Atlanta con la gara a squadre.
Attualmente le gare più importanti a livello internazionale sono i campionati mondiali ed europei, ma la medaglia più prestigiosa resta senza dubbio quella olimpica.

 

Ritmica - la regina degli sport

 

Questa disciplina è esclusivamente femminile, anche se recentemente sono stati svolti dei campionati di ginnastica ritmica maschile che in realtà differisce completamente dalla ginnastica ritmica ufficiale. 
La ginnastica ritmica consiste in una progressione, al suono della musica, di esercizi ginnici che prevedono l’utilizzo di piccoli attrezzi. Le gare sono individuali o a squadre.
Tutti gli esercizi individuali durano 1,30 minuti, invece quelli a squadra 2,30 minuti. Durante questo breve periodo temporale la ginnasta deve dimostrare le sue migliori qualità sportive, la sua artisticità, un altissimo livello coreografico e una perfetta maestria d'attrezzo, tutto questo trasmettendo emozioni suscitate dalla musica che accompagna l'esercizio.
Nelle gare individuali le atlete possono confrontarsi in esercizi con un attrezzo o a corpo libero.

 

Le gare di squadra consistono in due esercizi, uno con attrezzi uguali e uno con attrezzi differenti (3+2), e contiene diverse collaborazioni tra le compagne di squadra. Durante le esecuzioni l’attrezzo deve essere sempre in movimento e maneggiato secondo le sue caratteristiche specifiche.
Questo sport richiede un'elevata concentrazione, resistenza, stabilità emotiva, il senso del ritmo, la precisione, la coordinazione, un alto livello di auto-controllo e una vasta serie di caratteristiche fisiche. Tutte queste qualità fisiche ed emotive vengono allenate per molti anni fin dalla tenera età.

 

News

Mondiali 2019

 

37° CAMPIONATI MONDIALI di Ginnastica Ritmica
16/22 settembre 2019 Baku ( Azerbaijan)

 

312 atlete e 62 nazioni saranno presenti a questa importante manifestazione che si svolgerà alla National Gymnastics Arena, dal 16 al 22 settembre 2019.

 

Nella splendida cornice di Baku, considerata la Montecarlo del Mar Caspio, si svolgerà l'evento più atteso del'anno che determinerà anche una quota di squadre e di individualiste qualificate alle Olimpiadi di Tokyo 2020, garantendo l'accesso alla manifestazione ai primi cinque gruppi classificati nel concorso generale e alle prime sedici individualiste.

 

Mondiali 2018

 

La 36^ edizione dei Campionati del Mondo si svolgerà a Sofia, in Bulgaria, dal 10 al 16 settembre 2018

 

Come funzionano

Gare individuali
- Competizione Individuale per Team: 10 esercizi per nazione così ripartiti: 3 cerchi, 3 palle, 2 clavette e 2 nastri, eseguiti da un minimo di 3 a un massimo di 4 ginnaste. Nella classifica vengono considerati solo gli 8 migliori punteggi di ogni nazione.
- Finali di specialità individuali: si qualificano le migliori 8 ginnaste per ogni attrezzo dalla classifica per team.
- Finale all-around individuale: si qualificano le migliori 24 dalla classifica per team, contando la somma dei migliori 3 attrezzi eseguiti; le 24 finaliste eseguono il programma completo con 4 attrezzi.

Gare a squadre
- Concorso generale a squadre: la classifica è data dalla somma dei due esercizi presentati da ogni squadra nazionale.
- Finali di specialità a squadre: si qualificano le migliori 8 del concorso generale in ogni specialità

RITMICA ALTEA

Mondiali 2017

IMondiali 2017 di ginnastica ritmica si disputeranno in Italia, a Pesaro. Adriatic Arena. Il Comitato Esecutivo della Federazione Internazionale di Ginnastica, nella sua riunione del 25 febbraio 2016 a Losanna, ha deciso, all’unanimità, di assegnare all’Italia l’organizzazione della 35ª edizione del Campionato del Mondo. Dal 29 agosto al 3 settembre.

Dopo l’Europeo di trent’anni fa – era il 1986 – a Firenze e il memorabile ed emozionante Campionato d’Europa a Torino, nel 2008, la grande ritmica internazionale torna in Italia.

Programmazione RAI Programmazione RAI

Europei 2017

Storica medaglia nella ginnastica ritmica italiana.

La Nazionale Italiana Junior, che ha come centro federale Fabriano, ha conquistato una prestigiosa medaglia d’ argento al Campionato d’ Europa che si è svolto domenica 21 maggio, a Budapest in Ungheria. Conseguentemente sono le vice-campionesse d’ Europa nelle finali di specialità sorpassate soltanto di pochissimo dalla corazzata della Russia.Anna Paola Cantatore (Iris Giovinazzo), Nina Corradini (Lazio Ginnastica Flaminio), Melissa Girelli (Udinese), Francesca Pellegrini (Motto Viareggio), Talisa Torretti (Ginnastica Fabriano) e Rebecca Vinti (Fortebraccio Perugia), si sono trasferite a Fabriano un anno fa, per preparare il Campionato Europeo, frequentando anche le scuole cittadine e allenandosi giornalmente sotto l’ attenta guida delle tecniche bulgare Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova e dalla coreografa Byliana Dyakova. Per questo motivo pur essendo la Nazionale Italiana Junior, viene definita Made in Fabriano, in quanto per un anno queste giovanissime e talentuose ginnaste si sono stabilite nella città della carta. Medaglia storica in quanto è la seconda per la Federazione Ginnastica d’ Italia. Le azzurrine, infatti, sono salite su quel podio che mancava addirittura da 21 anni (bronzo a Oslo 1996)! Ai tempi la formazione era allenata da Emanuela Maccarani che poco dopo sarebbe diventata DT della squadra seniores, dando il là all’epopea plurimedagliata delle Farfalle.

Sarà la squadra delle Marche, allenata dalle due bulgare madre e figlia Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi, rappresentare l'Italia ai campionati europei Junior 2017, In bocca al lupo a loro e buon lavoro!

SIAMO ANCHE A TODI (PG)

Rio 2016

Le Farfalle (Marta Pagnini, Camilla Patriarca, Sofia Lodi, Alessia Maurelli e Martina Centofanti) chiudono i Giochi Olimpici di Rio 2016, ai piedi del podio con il totale di p. 35.549 (5 nastri p. 17.516 – cerchi/clavette p. 18.033). 

La competizione, è stata vinta dalla Russia (p. totale 36.233), che riconferma il titolo olimpico ottenuto a Londra 2012. Al secondo posto, al di là di ogni pronostico, medaglia d’argento per la Spagna (p. 35.766), protagonista di una gara regolare. Terzo posto per la Bulgaria - nella foto (p. 35.766).

 

Rio 2016

20-08-2016

Magnifico oro per la Mamun, che trionfa a Rio nella ginnastica ritmica individuale. Argento e tanta delusione per la Kudryavtseva, beffata da un clamoroso errore alle clavette. Brivido nel finale tra Son e Rizatdinova, con l’ucraina che conquista il bronzo.

SPORTINCONTRI di Sergio Pioppi 25/10/2015 Intervista a Petya Staneva (Ginnastica Ritmica Marsciano)

Mondiali 2015

È oro nella finale ai 5 nastri, davanti alla Russia e al Giappone. Protagoniste di un’impresa straordinaria, sono state davvero impeccabili sulla pedana di Stoccarda. Marta Pagnini, Sofia Lodi, Alessia Maurelli, Camilla Patriarca, Andreea Stefanescu e Martina Centofanti riscattano, così, nel migliore dei modi l’errore di ieri ai nastri che è costato loro il podio all-around, vincendo la medaglia d’oro, proprio nella finale di specialità con i 5 nastri, sulle note “All or nothing” di Brand x Music.

FOTO VARIE

Area Download

Descrizione del servizio Onweb
Onweb.doc [32.00 KB]
Download